per appuntamento

06 2170 2033

ritira online i tuoi

Referti

Test Sierologico per

COVID19

Estramet Esame carcinoma del seno

Indicatori per il tumore al seno

Analisi del sangue PCA3 per scoprire il cancro alla prostata Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nonché la principale causa di morte per malattia tra le donne nei paesi industrializzati. In Italia ogni anno si ammalano di tumore al seno circa 40.000 donne. I fattori che aumentano il rischio dell’insorgenza del carcinoma mammario sono: 1. Genetici/Familiari; 2. Endocrini; 3. Ambientali e stili di vita.

Estramet: indagini di laboratorio.

Attraverso gli ultimi studi sul comportamento degli ormoni portato avanti dalla medicina di laboratorio, concentrandosi soprattutto sul ruolo assunto dagli estrogeni nella formazione e nello sviluppo delle neoplasie del seno, si è scoperto che il nostro organismo metabolizza tali ormoni in differenti metaboliti, alcuni dei quali sono in grado di stimolare, altri di inibire, l’insorgenza del tumore mammario.

I due metaboliti interessati sono:
• Estrone2 (2OHE1), che tende a inibire la crescita tumorale;
• Estrone16 (16OHE1), che favorisce la crescita tumorale.

Le donne che evidenziano una prevalenza di Estrone2 sono quindi più protette rispetto a quelle donne che invece evidenziano una maggiore produzione di Estrone16. Studi clinici hanno dimostrato che poter determinare il rapporto Estrone2/Estrone16 può fornire un importante indicatore del rischio di sviluppo del tumore della mammella.

Estramet: prevenzione.

ESTRAMET è il test in grado di determinare il rapporto tra i due metaboliti Estrone2/Estrone16 in campioni di urina.
ESTRAMET è quindi in grado di evidenziare questo specifico fattore di rischio del cancro mammario. Questo test consente una corretta prevenzione primaria del tumore della mammella e rappresenta uno strumento efficace per osteggiare lo sviluppo della malattia.

Estramet e alimentazione

E’ dimostrato che il corpo di ogni donna può modificare un indice di rischio sfavorevole semplicemente assumendo una sostanza protettiva naturale: l’indolo3carbinolo.
Questa sostanza è presente in una specifica classe di alimenti, le crucifere (cavolo, cavolfiore e cavoli di Bruxelles), questi sono quindi in grado di modificare significativamente il metabolismo degli estrogeni.

Contattaci Ora

Scrivici a questo form o a info@preneste.eu per conoscere i costi e i tempi di un esame estramet o telefona al numero che trovi qui in alto.